cacciatore di libri

simone berni cacciatore di libri

Simone Berni racconta il suo percorso di cacciatore di libri.

Dal 2001, dopo l’attentato delle Twin Towers, grazie all’esempio di un imperterrito  booksearcher newyorchese, Michael Sober, che non appena internet riprese a  funzionare subito scandagliava la rete in cerca di libri rari per i suoi clienti, iniziai la  caccia ai libri proibiti, censurati e misteriosamente scomparsi.

Queste ricerche dettero vita, all’inizio, a una serie di articoli su vari blog dell’epoca;  ricevetti vari commenti da collezionisti italiani e spagnoli, che mi ringraziavano ma allo stesso tempo lamentavano la mancanza di saggi sull’argomento. Sulla spinta di questi amici, ampliai i contenuti già pubblicati in rete e questo materiale dette vita al primo titolo, in epoca moderna, sull’argomento, ossia A caccia di libri proibiti. La prima tiratura di cento copie numerate si esaurì in poche settimane nel corso del 2005. Il libro ha venduto in totale oltre cinquemila copie su internet, senza mai approdare nelle librerie, nella sua prima stesura. Nel 2008, però, l’editore maceratese Biblohaus, ne ha stampato un’edizione ampliata e aggiornata (in due volumi) oggi disponibile sui principali canali di vendita e anche come e-book.

Il mio libro che invece completa e teorizza la ricerca di libri rari è del 2010, Manuale del cacciatore di libri introvabili, edito sempre da Biblohaus di Macerata.
Il testo offre una panoramica ad ampio spettro della ricerca di libri rari e scomparsi analizzando i vari canali, internet, i mercatini, le librerie dell’usato, le aste e i contatti coi collezionisti. Il libro culmina con un “icosalogo”, ossia venti leggi ponderate del cacciatore di libri su cosa fare e soprattutto cosa non fare per entrare in possesso di libri introvabili e non farseli sfuggire di mano.

Ho reperito molti libri rarissimi / introvabili negli anni adottando le stesse tecniche e strategie di cui parlo nei miei libri.

 

Tra i principali colpi messi a segno:

 

Molti libri che ho cercato e trovato oltre dieci anni fa, in uno scenario, soprattutto su internet, pionieristico, se non addirittura vergine, hanno stimolato altri cacciatori e collezionisti ad estendere le mie ricerche. Molti titoli, pertanto, oggi sono relativamente più frequenti che in passato. E questo grazie agli sforzi congiunti di più persone che hanno portato alla luce libri altrimenti destinati all’oblio.

Raccolgo desiderata da ogni parte del mondo. La mia banca dati ad oggi conta oltre diecimila libri cercati e desiderati da collezionisti e bibliofili di ogni paese, formazione culturale ed età. Giornalmente, molti di questi libri vengono alla luce, in un flusso pressoché continuo di nuove acquisizioni e disponibilità.
Le situazioni mutano sempre, di continuo. Un libro che adesso è introvabile, non lo sarà per sempre. Su questi semplici concetti si fonda la ricerca di libri introvabili, una scienza che non ha nessuna pretesa di infallibilità, ma che è in grado di regalare emozioni uniche quando meno ce lo aspettiamo.