I nazi-fascisti e le scienze del terrore

8 marzo 2015

  • i nazi fascisti e le scienze del terrore

I libri proibiti sul Fascismo e sul Nazismo, quelli sui dissidenti non riconosciuti dalla scienza ufficiale e i libri di science fiction più introvabili e scomparsi.

Ma che cosa sono i libri proibiti? Sono libri ingombranti, scomodi.Libri che al loro apparire hanno destato scandalo, andando per questo incontro a un infausto destino.

Alcuni di loro, geniali, hanno anticipato i tempi, con intuizioni e scoperte incomprese. Altri sono dannati in eterno e bruciano assieme ai loro autori.

Il presente volume è dedicato ai libri che hanno cercato fortuna durante il Fascismo e il Nazismo e poi agli scienziati del terrore, i cosiddetti teorizzatori del “raggio della morte” e a coloro che cercano di liberare i poteri nascosti nell’acqua, come Giorgio Piccardi. Per ultimo, uno sguardo alla Fantascienza e alle utopie del pensiero umano, con un inedito Mark Twain che forse potrà sorprendervi.

I Nazi-Fascisti e le Scienze del Terrore è un libro sui libri. Ma non tratta di libri qualsiasi, bensì di “libri proibiti”. Il lettore deve prenderla come una corsa a perdifiato che passa attraverso gli spettri del Fascismo e del Nazismo, e a una moltitudine di autori censurati e messi alla gogna, di cui adesso le loro voci improvvisamente risorgono.

Per compagni di viaggio ci saranno scienziati incompresi, veri e propri geni del terrore, coi loro raggi della morte pronti a colpire o con incredibili teorie sul passato del nostro pianeta, come Immanuel Velikovsky.

Trovano spazio anche gli scrittori dell’impossibile, le menti brillanti e alternative che hanno immaginato un mondo diverso, da “dimensione parallela”, se solo la storia avesse preso una direzione diversa.

Simone Berni, I Nazi-Fascisti e le scienze del terrore, Biblohaus, 2008.

270 pp., ISBN: 9788895844039.

buy_on_amazon

Comments are closed.