Warning: ksort() expects parameter 1 to be array, object given in /web/htdocs/www.bernitrovalibri.com/home/wp-content/plugins/bbpress/includes/core/template-functions.php on line 316 Cloni di libri famosi | Berni Trova Libri

Cloni di libri famosi

curiosità, News Comments (0)

Sulla scia del successo c’est plus facile.

Il successo planetario di Harry Potter ha incrementato il numero dei suoi imitatori, di ogni parte del mondo. Il Signore degli anelli diviene uno chef da cucina specializzato in delizie emiliane. Allo stesso modo Il codice Gianduiotto spodesta il bestseller di Dan Brown e tiene alto il nome delle nocciole Piemonte. Non poteva mancare il fratello furbo di Eragon, sia pur malaticcio e bisognoso di continue inalazioni.

Sul grado di popolarità di Harry Potter, il maghetto scaturito dalla penna di J. K. Rowling, non c’è da dubitare. Gli oltre quattrocento milioni di copie vendute in tutto il mondo e in tutte le lingue, ne sono una testimonianza eloquente.
Ma se è vero che più qualcosa è popolare e maggiori sono i tentativi di imitazione, allora chi più ne ha più ne metta.
I lettori che hanno dimistichezza con il russo potranno leggere qualcuna delle avventure della maga Tanja Grotter con il suo fidato Porri Gatter; autore un certo Dmitry Yemets. In Cina vanno per la maggiore – e questi sono plagi confermati – gli episodi di Halì Botè contro i dragoni imperiali. Ma si tratta di sequel del tutto inventati, infarciti di elementi orientali e rigorosamente ambientati in Cina. I personaggi però sono quelli originali: Hermione, Severus Piton e compagnia.
Un esempio anche negli Stati Uniti, con Harry Putter and the Chamber of Cheesecakes (Lulu.com, 2004) per conto di Timothy R. O’Donnell, gastronomica parodia della serie. Il titolo gioca sul doppio senso di Potter (vasaio) e Putter, che indica una mazza usata nel golf. La “stanza dei segreti” diventa così la “stanza delle torte al formaggio”.
In Italia è da poco uscito Herry Sotter e la maledizione vegetale di Claudio Comini (Roma, Edizioni Lapis, 2008), una brillante parodia del mondo di Harry Potter dove un bambino viene creduto il celebre maghetto e, ovviamente, non ne combina uno giusto (di incantesimi). L’autore è già una certezza nel panorama italiano della letteratura per l’infanzia.
Restando al genere della letteratura fantasy un altro gigante consolidato è il giovane Christopher Paolini, il creatore di Eragon. Oggi trovare sul mercato dei collezionisti una copia della prima edizione autostampata, quella che reca scritto la sigla LLC, che corrisponde all’azienda paterna che nel 2003 si sobbarcò le spese di stampa del suo primo, fortunatissimo, romanzo. Joey Luke Bandini alias Gianluca Bedini fa così uscire Aerosol il fratello furbo di Eragon (Marina di Massa, Edizioni Clandestine, 2006), una scoppiettante satira del più famoso biondo eroe.
Lo stesso autore si era fatto notare come il continuatore della saga de Il signore degli anelli, con Lo scrobbit (Marina di Massa, Edizioni Clandestine, 2004) e Il signore dei tortelli (Marina di Massa, Edizioni Clandestine, 2005). Altro mitico emule di Tolkien, fin dal 1969, fu il collettivo cosiddetto The Harvard Lampoon che produsse Il signore dei tranelli, in Italia uscito per Fanucci recentemente anche in tascabile.
Non poteva mancare Dan Brown in questa mini rassegna di parodie simil gastronomiche. Il codice Da Vinci è da molti ritenuto il libro che ha venduto di più negli ultimi decenni. Questa ribalta enorme ne ha determinato un’esposizione totale e tra le molte opere parodistiche ci piace ricordare Il codice gianduiotto (Sona, VR, Morganti, 2006) di Bruno Gambarotta. Il romanzo non lo si può però mescolare ai tanti in circolazione che sbeffeggiano il più famoso Codice. Si tratta di un vero capolavoro, ed è quasi un peccato che, per i posteri, molto probabilmente sarà soltanto un’arguta e ben riuscita parodia.
E neanche Sherlock Holmes poteva mancare. Sono oltre trecento gli apocrifi accertati e documentati che trattano di inediti, e spesso strampalati, episodi polizieschi che vedono come protagonista (o illustre dirimpettaio) il detective di Baker Strett n. 221B. L’anno scorso le Alacràn Edizioni di Milano hanno stampato per la prima volta in Italia La vendetta del mastino dei Baskerville di Michael Hardwick, a vent’anni dall’uscita in Inghilterra. È il continuo del celebre Il mastino dei Baskerville, uno dei quattro racconti lunghi su Sherlock Holmes scritto da Arthur Conan Doyle. Comparve per la prima volta a puntate sullo Strand Magazine a cavallo fra il 1901 e il 1902 ed è strabiliante constatare che a distanza di oltre un secolo non ha smesso di ammaliare i suoi devoti sostenitori.

Pin It

» curiosità, News » Cloni di libri famosi
On 16 dicembre 2015
By

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »